Medicina Scienze... Senza categoria

INFOGRAFICA: ANORESSIA-BULIMIA

In questa infografica si analizzano alcuni aspetti di due problemi dell’alimentazione: l’anoressia e la bulimia.
La bulimia, o bulimia nervosa, è un disturbo del comportamento alimentare per cui una persona che ne è affetta ingurgita una quantità  eccessiva di cibo per poi ricorrere a diversi metodi per riuscire a non metabolizzarlo e, quindi, non ingrassare (vomito autoindotto, utilizzo di lassativi, digiuni ed esercizio fisico eccessivo). La maggior parte delle persone che ne soffrono presenta un peso corporeo normale.
L’anoressia è un disagio (secondo alcuni una vera e propria malattia) mentale, in cui la persona si rifiuta di mangiare del cibo per paura di ingrassare e/o di apparire grassa o “imperfetta”. Nei paesi industrializzati come l’Italia, 8-10 ragazze su 100 tra i 12 e i 25 anni di età soffrono di anoressia; di queste, 1-2 nelle forme più gravi. In Italia sono circa tre milioni di persone, e nel 90% dei casi si tratta di donne.
Il 40% dei disturbi del comportamento alimentare -che solo in Italia interessano 2 milioni di giovani- si manifesta tra i 15 e i 19 anni, ma negli ultimi anni si è assistito a un notevole abbassamento dell’età: i primi “segnali” possono comparire anche nella preadolescenza: tra gli 8 e i 12 anni.
I dati comunicati in occasione del Congresso dell’Associazione Nazionale Dietisti (Andid) del 2015, confermano la drammaticità del fenomeno. L’anoressia oggi colpisce anche i bambini a partire dagli otto anni di età.
A soffrirne sono in particolare le ragazze: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le patologie di tipo anoressico e bulimico rappresentano tra le teenager la seconda causa di morte dopo gli incidenti stradali. Il punto della situazione sull’argomento è stato fatto a Bologna nel corso dell’incontro nazionale della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza (Sima), durante il quale è stata presentata la “Monografia sui disturbi del comportamento alimentare negli adolescenti”.

Nella prima parte dell’infografica due grafici rappresentano le condizioni lavorative e sociali dove troviamo il maggior numero di malati di anoressia. Nel primo grafico vediamo che sono proprio gli studenti a essere più coinvolti, mentre nel secondo sono i nubili-celibi. Sono due grafici interessanti, perché mostrano le situazioni nelle quali la malattia colpisce di più.
La figura di donna subito sotto rappresentata invece i comportamenti che possono assumere le persone prima e dopo l’insorgere dell’anoressia. Il quarto grafico invece rappresenta l’età media dei soggetti che presentano queste malattie e l’età in cui essa insorge. I puntini viola e blu corrispondono alla percentuale maschile e femminile di persone ammalate. Infine l’ultimo grafico rappresenta le percentuali di malati di anoressia, bulimia e subclinici.

anoressia-bulimia

Nicole Lucchin, Silvia Bertelli,
Maicol Zaro, Ruben Pülcher, 3D

Siti di riferimento :

http://salute24.ilsole24ore.com/articles/16214-anoressia-e-bulimia-in-italia-sono-2-milioni-i-giovani-con-disturbi-alimentari

http://www.vitadidonna.it/anoressia/disturbi/anoressia-cosa-ci-dicono-le-statistiche.htm
http://www.bulimianoressia.it/wp-content/uploads/2014/04/ABA_20_PRES_2014_exe_bassa_web2.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *