Off-Topic

Quando l’arte anticipa la scienza

Arte e scienza hanno due caratteristiche in comune: meraviglia verso la realtà e tanta, tanta inventiva. Da chi scrive un libro a chi scova un modo per scandagliare i segreti dell’universo, la creatività è una dote indispensabile. E a dimostrare che queste due discipline sono molto più vicine di quanto sembri a prima vista basta qualche considerazione sulle scoperte scientifiche e sui parti delle menti di scrittori e sceneggiatori. Come non riconoscere l’invenzione del sottomarino a Jules Verne o la scoperta delle due lune di Marte a Jonathan Swift nei “Viaggi di Gulliver”? Idee che hanno anticipato di decenni se non addirittura di secoli scoperte e invenzioni che oggi arricchiscono il nostro bagaglio di conoscenze. L’azienda di stampa e distribuzione britannica Printerinks ha provato a fare un resoconto dei casi in cui l’arte ha preceduto la scienza, anche se analisi più attente troverebbero di sicuro altri esempi. E chissà cos’altro ci riserverà il futuro! In attesa di vedere altre predizioni confermate, a questo link trovate un po’ di opere fantascientifiche sempre più scientifiche: http://www.media.inaf.it/2014/05/05/fantascientifico-a-chi/

Dennis Verra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *